CURA DEL CANE Pulire le zampe del cane, piccoli accorgimenti per farlo stare meglio


Tenere le zampe del cane pulite e le unghie sempre tagliate è una cura che non possiamo tralasciare col nostro amico. Questa cura del cane serve a prevenire eventuali ferite che il cane si può procurare da solo, ad esempio tra i polpastrelli si potrebbero annidare sporcizie che a lungo andare potrebbero portarlo a complicazioni anche gravi. Comunque sia, per pulire le zampe si deve avere una conoscenza e una specifica tale che di norma si consiglia di portare il cane al veterinario. Noi, da buon padroni, possiamo accorgerci di quando è il momento di portarlo dal veterinario.

Inoltre, è importante controllare i polpastrelli ogni volta che si è portato il cane a fare una passeggiata, soprattutto se il cane è ancora un cucciolo. I cuscinetti in buono stato sono morbidi, senza tagli o abrasioni. Se il clima dove vive, o va in vacanza, è molto rigido (neve o gelo) si devono proteggere i suoi polpastrelli, con delle pomate specifiche che sono in commercio, il tutto serve a creare una pellicola che lo protegga dal freddo.
Quando, invece, è una spina o una scheggia che si infila nelle sue zampe o tra gli spazi interdigitali, allora dobbiamo premurarci a rimuoverla il più presto possibile. Non è difficile accorgersene, il cane probabilmente zoppicherà ed eviterà di poggiare a terra la zampa ferita.
I cani abituati ad uscire e ad andare in giro non avranno dei cuscinetti morbidi, bensì consumati, e delle unghie limate dall’asfalto, in questo caso non c’è bisogno del veterinario, da soli provvederanno a tenere le unghie della giusta lunghezza.
Se la cura delle zampe non è costante e guidata si potrebbe incorrere in sanguinamento e infezioni tali da portare a situazioni ben più gravi.