Immagine di testata di Zampa di Cane

 

VITA DA CANE Come sono fatte le orecchie del cane e a cosa servono


Le forme esterne possono variare a secondo della razza del cane. Tutte, però, hanno le stesse funzioni e percepiscono le stesse altissime frequenze. Frequenze che l’uomo non può sentire. Ci sono, quindi, orecchie grandi e flosce, molli, aguzze e pelose, dritte con pelo corto.

Le parti dell’orecchio

1. Pinna: è la parte esterna dell’orecchio, la sua struttura e forma non cambia con il cambiare delle razze. E’ una struttura cartilaginea ricoperta da pelle e muscoli. E’ mobile e serve a dirigere l’orecchio verso il rumore che si sta ascoltando. La pinna porta il suono al condotto uditivo, attraverso un breve tubo segmentato, questo tubo arriva fino al timpano.
2. Orecchio medio: questa zona comprende il timpano e la cavità timpanica. Qui vi sono i tre ossicini uditivi: il martello, l’incudine e la stoffa. Questi ossi sono collegati all’orecchio esterno e sono mobili, di modo che l’orecchio possa essere sensibile ai rumori più sottili. Gli ossicini hanno anche il compito di proteggere l’orecchio dalle vibrazioni più violente.
3. Orecchio interno: qui vi sono la chiocciola e gli organi dell’equilibrio, associati ai canali semicircolari. Hanno il compito di percepire il movimento e mandare le informazioni al cervello.  

Le orecchie dei cani sono una parte molto importante. Scopri quale malattie possono colpire le orecchie del cane



Vedi anche:  vita da canecorpo del caneorecchie