Immagine di testata di Zampa di Cane

 

SALUTE DEL CANE Il ciclo estrale: proestro, estro e anestro della cagna


Il ciclo estrale o calore della cagna, rappresenta una fase importante della vita della cagna, si tratta infatti di una costante ciclica che accompagnerà l’animale per il resto della vita. Nelle cagne infatti, a differenza delle donne, non si verifica una fine precisa del ciclo, che si verifica per tutto l’arco della loro esistenza.

Per molte persone, soprattutto alle prime esperienze, l’inizio del calore della propria cagnetta può creare una certa ansia, sia perché non hanno idea di come si manifesterà  esteriormente sia perchè accettare la maturità sessuale del proprio animale cona la capacità di procreare.  

Il cane è infatti l’unico tra gli animali domestici ad essere monoestrale stagionale, ovvero ha un solo periodo estrale durante un ciclo riproduttivo che dura in media sei mesi. Ma la durata non è la medesima per tutte le razze, anzi presenta considerevoli variazioni (ad esempio la razza Basenji presenta il ciclo una volta all’anno).  

 

Quando inizia il ciclo estrale della cagna

L’età della maturità sessuale avviene in un arco di tempo che va dai 6 ai 24 mesi di vita. Indicativamente si può dire che l’inizio del primo estro si verifica a 10-12 mesi e che nelle razze di piccola taglia, l’estro puberale inizia prima che in quelle grandi.  Le razze di piccola taglia presentano infatti il loro primo calore tra i 6 e i 10 mesi, mentre le razze di taglia maggiore possono non avere il primo ciclo fino ai 18-20 mesi d’età.

 

Quali sono le fasi del ciclo estrale

Le fasi che si ripetono durante il ciclo estrale della cagna sono il Proestro, l’Estro, il Diestro e l’Anestro. Analizziamole insieme.

 

Proestro

L’inizio del proestro della cagna coincide con quello di una perdita vulvare ematica (o sanguinamento vaginale) e dell’ingrossamento vulvare e termina quando comincia la recettività  all’accoppiamento. Questa fase ha durata variabile, generalmente si protrae per 8-13 giorni.  In questi giorni i maschi sono attratti dalla femmina, mentre la femmina dimostra aggressività  nei loro confronti o si siede per evitare l’accoppiamento.  Ovviamente una persona esperta può accorgersi del calore in arrivo già  qualche settimana prima in seguito a piccole modificazioni comportamentali e anche da un aumento della frequenza delle minzioni.  Per quel che riguarda l’entità del sanguinamento proestrale, esso varia da razza a razza e causa anemie.

 

Estro

Si tratta del periodo in cui la cagna accetta l’accoppiamento, cercandolo essa stessa in taluni casi. Bisogna però precisare che non è detto che la cagna accetti tutti i maschi che la corteggiano.

In questo periodo la vulva appare più morbida e piccola, rispetto al proestro, e le perdite vaginali continuano a manifestarsi contenendo ancora del sangue oppure assumendo un colore paglierino.  Generalmente l’estro dura intorno ai 9 giorni, e può andare dai 4 ai 15 giorni. E’ un periodo molto importante in quanto coincide con la secrezione dell’ormone luteinizzante (LH), fenomeno a cui fa seguito l’ovulazione entro le 24-72 ore, dati che servono a determinare il momento dell’ovulazione della cagna.

La percentuale più alta (superiore al 95%) di concepimento si registra quando l’accoppiamento avviene nei 4 giorni che precedono l’ovulazione e i 3 giorni successivi e la quantità  di cuccioli è ottimale quando l’ accoppiamento viene effettuato 2 giorni dopo l’ovulazione.

 

Esistono diversi modi per determinare quando una cagna ovula. 

- Contare 12 gg dall’inizio delle perdite ematiche

- Contare 2 giorni dall’inizio della recettività della cagna o dall’inizio dell’estro 

- Contare 63 gg indietro rispetto alla data di un parto precedente per sapere a quale giorno, dall’inizio delle perdite, aveva ovulato.

 

Ad esempio:

se la cagna ha partorito 58 giorni dopo un accoppiamento avvenuto il giorno 12, e l’intervallo fra l’ovulazione e il parto è di 63 gg, essa deve aver ovulato 5 giorni prima dell’accoppiamento, ovvero il giorno 7 ( 58-63= -5; g12-5=g7)

 

Diestro

Il primo giorno di diestro del cane (cioè primo giorno di non recettività) si presenta circa 6 giorni dopo l’ovulazione oppure dopo 9 giorni dall’inizio del calore, e può andare da 3 a 17 giorni dopo il primo comportamento di accettazione, o dall’inizio dell’estro, la durata è di circa 60 giorni, e può variare dai 50 agli 80 giorni.

Ovviamente è uno stadio che si verifica se la cagna non è in gravidanza ed è proprio in questo periodo che la femmina può manifestare segni di pseudo-gravidanza.

 

Anestro

Infine l’anestro del cane rappresenta il momento dell’inattività  sessuale tra i cicli e termina con l’avvio del proestro successivo, la durata è dunque di circa 4-5 mesi. Quindi la variazione della durata dell’anestro determina la frequenza dei calori nella cagna.