Immagine di testata di Zampa di Cane

 

SALUTE DEL CANE Il prurito anale nel cane: infiammazione delle ghiandole perianali canine


Il prurito anale nei cani è un fastidio causato generalmente da un’infiammazione delle ghiandole perianali. Le ghiandole perianali sono delle ghiandole localizzate sotto la coda, ai lati dell’ano. Il loro compito è quello di produrre una secrezione vischiosa che serve per lubrificare il defecamento. Tale secrezione è utilizzata anche per marcare il territorio grazie alla presenza di grosse quantità di feromoni.

In condizioni normali la secrezione è chiara e inodore per l’olfatto umano. In caso di infiammazione delle ghiandole, dovuta alla presenza di batteri, il secreto diventa più scuro e denso e assume un odore sgradevole e causa una serie di problemi all’animale. Si tratta di un disturbo molto frequente nei cani e che interessa più frequentemente quelli di piccola taglia.

prurito anale del cane

 

Sintomi dell'infiammazione delle ghiandole perianali del cane

Il prurito anale è il sintomo più evidente dell’infiammazione delle ghiandole perianali. I cani affetti da questo disturbo sono irrequieti, cercano di grattarsi e di mordersi in continuazione l’ano, strisciano con il sedere per terra e non riescono a stare seduti a causa del prurito.

Dopo aver defecato restano per lungo tempo nella stessa posizione come se avessero ancora necessità di liberarsi. L’infiammazione delle ghiandole perianali può essere causata da diarrea o stitichezza ricorrente, da una sovrapproduzione ormonale o da malattie dermatologiche.

Curare il prurito anale del cane

In genere questo tipo di infiammazione si cura semplicemente spremendo le ghiandole e facendo fuoriuscire il secreto infetto.
In altri casi è necessaria una terapia antibiotica, mentre, nei casi più gravi occorre intervenire chirurgicamente.

Come svuotare le ghiandole anali del cane

Il processo di svuotamento è abbastanza semplice, basta prendere delle garze o un pezzo di carta assorbente con cui si avvolgerà l’ano del cane.

Con le dita si dovrà poi ad andare a premere delicatamente i due sacchettini rotondi situati nello spessore dell’ano, facendo fuoriuscire il liquido che sarà assorbito dalla carta assorbente. Terminata l’operazione si procederà a lavare la zona con shampoo per cani e acqua tiepida.

Questa operazione può essere fatta da un veterinario o se si è esperti anche da soli e va ripetuta in media ogni due mesi. 

Leggi altri articoli sul prurito nel cane