Immagine di testata di Zampa di Cane

 

SALUTE DEL CANE Malattia cardiocircolatoria del cane: tipologie di malattie e sintomi


Cosa è la malattia cardiocircolatoria del cane 

Il cane puo’ essere soggetto alla malattia cardiocircolatoria detta insufficienza mitralica, in quanto le malattie cardiache dominanti nell’amico a quattro zampe sono quelle valvolari acquisite.

L’insufficienza mitralica del cane si verifica quando per la valvola mitralica ha una cattiva chiusura al momento dello svuotamento del ventricolo. Tale malfunzionamento della valvola, comporta un riflusso del sangue dal ventricolo verso l’atrio, ovvero nel senso inverso rispetto a quello che dovrebbe verificarsi.

 

Sintomi della malattia cardiocircolatoria del cane 

Nei cani di grande taglia possono insorgere malattie legate al muscolo e quindi cardiomiopatie dilatative o ipertrofiche.

Una malattia cardiovascolare molto diffusa è la persistenza del dotto arterioso, il quale durante il periodo fetale unisce l’aorta all’arteria polmonare. Quando pero’ il dotto arterioso non si chiude, il sovraccarico che arriva al ventricolo destro dall’aorta provoca un’insufficienza cardiaca. Tale anomalia puo’ essere corretta tramite l’intervento chirurgico.

Se invece il cane ha un malfunzionamento del nodo sinusale, si verificano la tachicardia o la bradicardia, per una alterazione della frequenta cardiaca. Quando la frequenza aumenta si ha il caso della tachicardia, se la frequenza diminuisce si ha la bradicardia.

Quando poi l’aumento della frequenza cardiaca conduce alle fibrillazioni, quindi ad un eccessivo aumento del ritmo, ci si trova di fronte ad una aritmia grave che va curata adeguatamente perché puo’ risultare mortale.

 

Il veterinario puo’ monitorare i disturbi cardiaci del cane con visite periodiche, cosi’ da consigliare eventuali interventi terapeutici o chirurgici.